Moto Guzzi Lodola 250

La Lodola, progettata da Carlo Guzzi, rappresenta una vera e propria innovazione per la casa costruttrice di Mandello del Lario. Il motore, infatti, non è più il caratteristico cilindro orizzontale ma un verticale inclinato in avanti. La Moto Guzzi, seguendo la tendenza dell’epoca, decise di cimentarsi nella produzione di moto da fuoristrada che potevano rappresentare anche un’opportunità interessante dal punto di vista promozionale. Nel 1958 la Lodola 175 da regolarità fece il suo debutto (in realtà si trattava di una normale Lodola con sospensioni dall’escursione maggiore, manubrio alto e modifiche a sella, parafango e scarico). L’anno successivo venne realizzata la Lodola 235 da regolarità (costruita per il fuoristrada) che riscosse molto successo tra i piloti privati. Nel 1961 l’ennesima evoluzione del modello (la Lodola 250 Regolarità 5M): la cilindrata passò a 250 cc. con cilindro a canna cromata e cambio a cinque rapporti (nel modello precedente erano quattro). Questo modello (potenza di 17 cv. a 7.500 giri) può vantare un palmares di tutto rispetto grazie a piloti come Franco Dall’Ara, Costanzo Daminelli, Gianfranco Saini e Nino Tagli che la guidarono in numerose gare nazionali ed internazionali. L’esemplare in oggetto, prodotto nel 1962 nella fabbrica di Mandello del Lario e successivamente venduto a Bergamo, è parte di una collezione privata in Lombardia.

VIALE TIZIANO 70 - 00196 ROMA C.F. 05277720586 - P.IVA 01383341003 +39 06324881 - INFO@FEDERMOTO.IT - powerd by Manafactory