Requisiti e selezione

Requisiti.

Sono candidabili i motocicli (moto e scooter) iscritti al Registro Storico FMI costruiti entro il 1975. Il motoveicolo dovrà rispecchiare i canoni della totale originalità (conforme alla produzione della casa costruttrice), i componenti sostituiti dovranno essere della stessa marca prevista all’epoca. Massima attenzione verrà dedicata alla verniciatura: colore e tonalità dovranno essere esattamente quelli previsti, così come la marca ed il codice della vernice, lo stesso dicasi per la vernice di fondo (potrà essere richiesto di documentare la conformità del colore).

La componentistica (fanale, marmitta, leve, manopole, interruttori, etc) eventualmente sostituita dovrà essere del tipo e della marca prevista all’epoca. Saranno valutati con estrema attenzione i trattamenti galvanici (cromature, zincature, bruniture, etc.) che dovranno essere quelli previsti per il singolo modello. Non verranno ritenuti idonei quei veicoli dove è stata effettuata la cromatura di componenti che in origine la casa prevedeva fossero zincati. I fili dell’impianto elettrico e le guaine passa cavo dovranno essere del tipo e del colore previsto in origine per il modello, lo stesso dicasi per guarnizioni e componentistica in gomma.

La bulloneria dovrà essere del tipo e del materiale previsto all’epoca. I pneumatici dovranno avere il battistrada compatibile con il periodo. Il materiale d’usura (gommini, pneumatici etc) dovrà essere di tipo compatibile con il periodo di costruzione del veicolo.

Si consiglia, prima di candidare il proprio motoveicolo, di verificare che lo stesso sia stato restaurato nel totale rispetto dell’originalità o per i veicoli non restaurati sia stato effettuato un idoneo intervento di ripristino estetico e funzionale non invasivo, in quanto la quota versata per la candidatura non verrà in nessun caso restituita.

Selezione.

La selezione avverrà in due fasi: la prima prevede la verifica preliminare dell’originalità del veicolo candidato mediante le foto (sia per i veicoli restaurati che per quelli conservati). In questa fase, a supporto della candidatura, il richiedente potrà inoltrare documentazione attestante la conformità di eventuali lavori eseguiti (schede tecniche o depliant dell’epoca, consulenza di Registri Storici di marca, certificati d’origine, ecc.). Qualora un veicolo non risulti corrispondente ai criteri di selezione, verranno richiesti degli interventi da effettuarsi necessariamente prima di accedere alla seconda fase. Per tali interventi è previsto un tempo massimo di 12 mesi dopo i quali la candidatura sarà definitivamente archiviata senza alcuna restituzione della somma versata. I veicoli che verranno ritenuti idonei ad accedere alla seconda fase della selezione dovranno essere portati in visione alla Commissione che effettuerà la valutazione definitiva. In questa fase potrà essere esibita ulteriore documentazione a supporto della candidatura.

E’ importante sottolineare che il parere preliminare, che permette ad un motoveicolo di accedere alla seconda fase della selezione, non è in alcun modo vincolante ai fini della selezione. La Commissione Storico-Tecnica sarà formata dai tecnici dei Registri Storici di Marca, da esperti di marca o di modello accreditati nel settore, nonché da alcuni Esaminatori Nazionali e dal Coordinatore del Registro Storico.

Nella seconda fase la Commissione potrà richiedere degli interventi, non richiesti in precedenza, che comporteranno una successiva visione.

VIALE TIZIANO 70 - 00196 ROMA C.F. 05277720586 - P.IVA 01383341003 +39 06324881 - INFO@FEDERMOTO.IT - powerd by Manafactory